Accesso Utenti

Siti Cattolici

Chi c'è online

Abbiamo 82 visitatori e nessun utente online

 

La Chiesa di Dio è convocata dallo Spirito in Sinodo (dal greco syn-hodos, letteralmente “camminare insieme”). Con questa convocazione, "Camminando insieme, e insieme riflettendo sul percorso compiuto, la Chiesa potrà imparare da ciò che andrà sperimentando, quali processi possono aiutarla a vivere la comunione, a realizzare la partecipazione, ad aprirsi alla missione."(Papa Francesco)
Il Sinodo segue un itinerario triennale articolato in tre fasi scandito dall’ascolto, dal discernimento e dalla consultazione. La prima fase (ottobre 2021 - aprile 2022) riguarda le singole Chiese diocesane: per la prima volta nella storia questa istituzione si svolge in modalità decentrata. Non si tiene solo in Vaticano, ma in ciascuna Chiesa particolare dei cinque continenti. Questo strumento potrà essere ancora più efficace se la Chiesa intera favorirà il dialogo e la collaborazione tra popolo e Vescovi e tra questi e il Vescovo di Roma, in uno stile di collegiale responsabilità pastorale, non producendo documenti ma facendo germogliare sogni, secondo modalità comunionali.
Il nostro Arcivescovo, Padre Franco Moscone, sollecita tutti, preti, religiosi e laici, a costruire insieme il cammino sinodale della Chiesa diocesana a partire da cinque sfide pastorali, presentate nella seconda Lettera pastorale dal titolo “Con Cristo Trasfigurati per un Territorio e Popolo di Trasfigurati”, per il quinquennio 2021-2026. Quest’anno il percorso della Vicaria di San Giovanni Rotondo si concentrerà sul “Celebrare la speranza e la bellezza di essere Chiesa”, ponendo l’attenzione quindi sul “come” le comunità celebrano e su quanto la Liturgia sia davvero fons et culmen (fonte e culmine) della vita delle persone e della Chiesa tutta. Se questa speranza viene meno la nostra Liturgia si spegne, se resiste, la nostra vita cristiana diviene vita autentica, convertita alla luce di Cristo.
Partendo dalla positiva, e partecipata, esperienza dello scorso anno, si è scelta la modalità del “questionario” quale strumento utile per fornire all’Arcivescovo le risposte, le indicazioni e le proposte delle famiglie e delle persone che vorranno collaborare al percorso condiviso della nostra Chiesa per i prossimi tempi.

 

per compilare il questionario clicca qui

 

oppure

 

accedi anche tramite QR-CODE

 

oppure

 

compilare il cartaceo scaricando e stampando il seguente PDF