Accesso Utenti

Siti Cattolici

Chi c'è online

Abbiamo 32 visitatori e nessun utente online

 

Carissimi,
Dopo la Solennità del Natale con il suo tempo liturgico e le festività dell’Epifania e del battesimo di Gesù, la Chiesa, nostra Madre, ci fa vivere momenti intensi di vita spirituale:

1. SETTIMANA DI PREGHIERA PER L’UNITÀ DEI CRISTIANI: 18-25 gennaio, sul tema quest’anno: Ama il Signore Dio tuo……e ama il prossimo tuo come te stesso (Lc 10,27)

2. DOMENICA DELLA PAROLA (III Domenica del T.O.), quest’anno il 21 gennaio sul tema: “Rimanete nella mia Parola” (Gv 8,31)

3. LA GIORNATA PER LA VITA: 4 febbraio sul tema La forza della vita ci sostiene

4. LA GIORNATA MONDIALE DEL MALATO: 11 febbraio ma in vicaria sarà anticipata al 10 sul tema: “Signore, non ho nessuno che mi immerga nella piscina” (Gv 5,7). L’universalità e il diritto di accesso alle cure.

5. LE GIORNATE UUCARISTICHE PARROCCHIALI (=QUARANTORE): 22, 23 e 24 gennaio. Durante le Giornate a tutti saranno offerte delle meditazioni sulla figura di “Elia, Voce di Dio”.

Tutti questi momenti sono caratterizzati sempre, e particolarmente in quest’anno liturgico “B” alla scuola del vangelo di Marco, dalla centralità della Parola di Dio.
Momento di sintesi per tutti noi parrocchiani, saranno certamente le Quarantore che quest’anno vedranno qualche novità negli orari e precisamente:

 

A) GIORNATE EUCARISTICHE PARROCCHIALI 22,23,24 GENNAIO 2024

Ma il Tabor ti mancava, Elia.

Nemmeno lo avevi immaginato, il Tabor, nei giorni drammatici ed esultanti del tuo profetare; certo lo avevi sognato, lo avevi intimamente desiderato, come Abramo, padre della tua fede ardimentosa, che desiderava vedere il giorno della gloria del Figlio benedetto, Gesù. ( 56 Abramo, vostro padre, esultò nella speranza di vedere il mio giorno; lo vide e fu pieno di gioia".  57 Allora i Giudei gli dissero: "Non hai ancora cinquant'anni e hai visto Abramo?".  58 Rispose loro Gesù: "In verità, in verità io vi dico: prima che Abramo fosse, Io Sono")

Ti abbiamo visto sul Tabor parlare con Gesù, tu e Mosè. Mosè, consueto a parlare con Dio faccia a faccia, rapito da un bacio della sua bocca; tu, trasportato in cielo su un carro di fuoco. Mosè, grembo gravido della Legge; tu, padre prolifico dei profeti. Sul Tabor ti sentivamo parlare del camminare di Gesù, del suo esodo verso Gerusalemme, gloria inimmaginabile di Dio, splendore della Legge in carne di misericordia, profezia inaudita della verità di Dio per il cuore di tutti, piccoli, poveri, peccatori.

Sì, il Tabor ti mancava, Elia; eppure avevi voce in capitolo. Anche tu contemplavi e, stupito, riconoscevi che nella carne gloriosa di Gesù c’era tutta la generosa obbedienza di quella vedova di Sarepta; che il suo esodo pasquale ridava vita, e vita divina, e vita divina, a ogni figlio colpito a morte dalla fame e dalla solitudine, figlie dell’ingiustizia e dell’infedeltà a Dio. Sentivi che in Gesù, nel suo annunciare la grazia, ritorna la voce santa di Dio come “filo di silenzio sonoro” che sempre converte la tua attesa di tempeste divine e fuochi sacri; che, cominciando da Nazareth e da Gerusalemme, la Parola della Pace corre per la terra tutta, senza temere l’arroganza e i soprusi dei grandi e dei potenti. E, proprio sul Tabor, vedevi Pietro e Giovanni e Giacomo e tutti noi; e ti ricordavo con affetto del tuo Eliseo con quei due terzi del tuo spirito che gli hai lasciato mentre ti guardava salire al cielo. Già, come non ricordarlo ora che, nel conversare della Pasqua del Figlio, ci vedi rivestiti di potenza dall’alto? Il suo Spirito per noi, spirito della missione e della profezia, Spirito del sogno e della visione, Spirito del coraggio apostolico.

Il Tabor ti mancava, Elia. Eppure, lo attendevi segretamente da una vita, come verità luminosa del tuo ardore e ella tua desolazione, dei tuoi successi e dei tuoi fallimenti. Lo desideravi, desideravi Lui, il Figlio eletto e santo: e noi con te. In te, Elia, ascoltiamo Lui, l’amore della nostra vita,

Don Vincenzo

(Ho fatto mie le parole di Mons. Mario Antonelli, prese dalle schede per gli incontri dei partecipanti ai Gruppi di ascolto della Parola del 2023).

 

ORARIO

 15,30: Preghiera dell’Ora Nona ed Esposizione del SS. Sacramento
16,15: I Meditazione dal Libro dei Re:
                Lunedì – “Elia, le parole della bocca del Signore, i corvi e la vedova”. La fede di Elia e la missione di Israele (1Re, 17,1-16)
                Martedì – “C’è qui Elia”. Il Signore non abbandona mai il suo popolo (1 Re 18,1-19).
                Mercoledì – “Il sussurro di una brezza leggera”. Il Signore è un “Altro” (1 Re 19,1-21)


 17,15: Meditazione personale
 18,00: Celebrazione dell’Eucaristia
19,00: II Meditazione:
                Lunedì: “La Parola del Signore nella tua bocca è verità” Il Dio di Israele, salvezza per tutti (1 Re 17,17- 24)
                Martedì: “Il Signore è Dio”. La “voce” vuota degli idoli (1Re 18,20-46)
                Mercoledì: “Elia salì nel turbine”. Un destino aperto (2 Re 2,1.18)

 20,00: Benedizione e Riposizione del SS. Sacramento

 

B) GIORNATA MONDIALE DEL MALATO 10 FEBBRAIO 2024

presso la Chiesa di Santa Maria delle Grazie dei Padri Cappuccini

15,30: Preghiera del Rosario ed accoglienza degli Ammalati e dei loro familiari e/o badanti
16,00: Celebrazione dell’Eucaristia con amministrazione dell’Unzione degli Infermi
17,15: Processione aux flambeaux all’interno della Chiesa.
17,30: Conclusione

 

C) GIORNATA DELLA VITA 4 FEBBRAIO 2024

(appena possibile vi comunicherò indicazioni precise)